Chi Sono

Pagina
Questa foto è una provocazione! Sono un sostenitore dei diritti, di tutti i diritti nei confronti di tutti. Lasciamo che l'uomo sia uomo e sia libero di scegliere! Il pregiudizio nuoce gravemente alla salute, l'odio non ci porterà da nessuna parte. Non giudichiamo, altrimenti saremo giudicati!

Questa foto è una provocazione!
Sono un sostenitore dei diritti, di tutti i diritti nei confronti di tutti.
Lasciamo che l’uomo sia uomo e sia libero di scegliere!
Il pregiudizio nuoce gravemente alla salute, l’odio non ci porterà da nessuna parte.
Non giudichiamo, altrimenti saremo giudicati!

È sempre difficile parlare di se stessi, non so mai da dove cominciare… Direi dal principio.

Sono nato a Cosenza, nel 1989 e ho vissuto a Roggiano Gravina, un piccolo paesino di provincia che diede i natali a Gian Vincenzo Gravina, che assieme a Giovanni Mario Crescimbeni, fondò l’Accademia dell’Arcadia nel 1690.

Dopo gli studi classici andai a Genova, per iniziare la facoltà di giurisprudenza.

Nella mia breve vita ho fatto un po’ di tutto, dal tutor all’università, all’edicolante, all’arbitro di calcio e altri lavori occasionali.

Un giorno, mentre ero nella mia stanza della casa dello studente, decisi di andare a Bruxelles per conoscere una persona meravigliosa, unica nel suo genere, una persona speciale, che sarebbe diventata la mia attuale ragazza e per far visita ad una mia cara amica.

Ho lavorato a Milano, per più di un anno, per Poste Italiane.

Mi sono sempre dato da fare, cercando di conciliare lavoro e università, ma non sempre sono riuscito nell’impresa.

Ho poche passioni, tra queste la fotografia, che amo quasi quanto la scrittura.

Mi manca poco per terminare gli studi.

A novembre ho pubblicato il mio primo libro di “Scomponimenti”, ho potuto pubblicare questa mia prima opera grazie al sostegno e l’aiuto concreto di parenti e amici. Vorrei ringraziere tutti coloro che hanno reso possibile questo mio progetto, come i miei amici di sempre, i carissimi compagnetti, gli amici conosciuti a Genova, gli amici siciliani, per non offendere nessuno dico: GRAZIE A TUTTI!

In tutti questi anni non ho mai trascurato la scrittura, non abbandonerò mai questa mia vocazione!